Homepage

Chi Siamo

Attività

Testimonianze

"Santuario Nascosto"

Eventi

Pubblicazioni

Contatti

 
 

L e t t e r e    A i    F r a t e l l i

2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014  2015   2016   2017   2018   2019   2020   2021

 Gennaio  Febbraio-Marzo  Aprile  Maggio  Giugno 
 Luglio  Agosto-Settembre
Ottobre Novembre Dicembre

 

Gennaio 2006

Viva + Gesù

 

Cari fratelli,

                     la pace di Gesù sia sempre con noi.

Gesù mi dice di dirvi che noi, abbiamo la nostra “Legge”.

Ve la ricordate? Io sono il Signore Dio tuo. Non avrai altro Dio, fuori di me.

Non nominare il nome di Dio invano. Ricordati di santificare le feste. Onora il padre e la madre.

Non uccidere. Non commettere atti impuri. Non rubare.  Non dire falsa testimonianza. Non desiderare la donna d’altri. Non desiderare la roba d’altri.

Ci sono poi, i due Comandamenti dati da Gesù:

Ama Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutte le tue forze. Ama il prossimo tuo, come te stesso.

Questa è la nostra “Legge”. Noi, dobbiamo sapere a memoria la Legge di Dio e poi, credere in Dio, in Gesù, e pregare, perdonare o chiedere perdono, e amare. Ogn’uno osservi questa “Legge” e si troverà bene, nella vita.

Ora parlo di Verginità. Dobbiamo vivere la nostra verginità come la viveva Gesù e come la viveva la S. Madre. I due Vergini.... Nella mia Missione, incontro tante mamme che sono disperate, per il marito che le lascia, per i figli che si drogano, che rubano, che uccidono; che sono handicappati, malati, depressi. Mi confidano che Dio le aveva chiamate alla Verginità, e loro hanno preferito il matrimonio. Quanto dolore mi danno! Anche alcuni uomini, hanno lasciato la Verginità; altri hanno lasciato il Sacerdozio; sono disperati perché hanno preferito il matrimonio. Cari fratelli, il vostro dolore, oggi è forte, e mi fa tanto soffrire. Non potete tornare Vergini e vi disperate. La Verginità era la perla preziosa, per voi! Chiedete perdono al Signore Gesù, e sopportate il peso del vostro sbaglio, e sopportate tutte le prove della vostra vita, chiedendo a Dio di aiutarvi nel cammino della vostra esistenza.

Ora non potete tornare indietro.

Prego per voi e per coloro che pur avendo sentito la chiamata di Dio, oggi si sposano con un uomo, o con una donna, senza pensare ai disagi che li attendono.

E l’ affronto che avete fatto a Gesù,non lo valutate? Vi chiamava per essere suoi, era sicuro di voi, e voi l’avete lasciato, gli avete voltato le spalle. Pentitevi, e Dio vi perdonerà e vi aiuterà a portare le vostre grandi croci.

A voi, care sorelle e fratelli che sentite la chiamata di Dio, non lasciatela per nessun motivo, godete del grande privilegio e seguitela subito. Sarete felici…..

 

In Gesù sorella Teresa

torna in alto   

a

Febbraio-Marzo 2006

Viva + Gesù

 

Cari fratelli,

                     la pace di Gesù sia sempre con noi.

Cosa devo dire, Mamma, ai fratelli? "Le cose si mettono male. Si avvicina l'ora di Satana. Ai deputati abortisti, non potete dare il voto. Chi lo da, commette peccato. E' come se voi, fate gli aborti. L'Islam in Italia sta diventando forte. Il cristiano deve aiutare gli immigrati, tutti gli immigrati, anche gli islamici. Il Governo, lo Stato, dovrebbe vegliare perché questi ultimi, non primeggino a danno dello Stato.

Occorre convertirci. La catastrofe è imminente. La S. Chiesa è in cattivo stato. Il S. Padre, non è ubbidito. I cristiani non sanno cos'è il Cristianesimo. Molti Sacerdoti e Vescovi, non danno buono esempio".

La Santa Madre viene ad avvertirci che non si può vivere in questo modo. Stiamo per cadere nel precipizio, da dove non riusciremo a rialzarci. Dice che le mamme devono mettersi a studiare il Catechismo, per insegnarlo ai loro figli. E' vicina la grande prova. E' necessario convertirci, guardare a Gesù Crocifisso è batterci il petto per i nostri peccati. E' vicina la grande prova. So, che verrà presto. Vi ricordate perché la Santa Madre venne a piangere? Per i Sacerdoti in peccato, perché tornino pentiti al Sacro Cuore del Suo Gesù e, per tutti i nostri misfatti. Cari Fratelli, tutti voi avete ricevuto qualche segno di bontà da parte di Dio: un figlio nato per sua bontà; una guarigione, una grazia di liberazione, di lavoro, di esami superati, e di altro. Tutte queste grazie ce le  ha date per mezzo di Maria SS.. Va ringraziato Gesù e va ringraziata la Madonna. Venite almeno a trovarla a Madonna della Pace (Roma). Le grazie costano care...

In Gesù Sorella Teresa

torna in alto   

a

Aprile 2006

Viva + Gesù

 

Cari fratelli,

                     la pace di Gesù sia sempre con noi.

Gesù, cosa devo dire ai fratelli? Trascrivo dal 3 Gennaio 2006. Cara Teresa, sono contento che mi domandi sempre cosa devi dire. "Dirai che la catastrofe io l'ho allontanata da voi perché in questi ultimi tempi, molti cristiani martiri, hanno dato la vita per me Crocifisso. Molti bambini innocenti, con mali acutissimi, sono sofferenti nelle case e negli ospedali. Questi bambini, con la loro dolce ed umile sofferenza, rispecchiano me Crocifisso e ottengono la divina Clemenza".

Cristiani, Gesù il Dio con noi, ha allontanato il grande castigo. Ringraziamolo... ma ricordiamoci che Dio è presente sempre nella nostra vita, è sa tutto di noi. Non obblighiamolo ad assistere ai nostri peccati, e prostriamoci a lui Crocifisso per chiedere pietà per noi e per tutti. La S. Pasqua, sia la festa della nostra Risurrezione. Cambiamo vita fratelli cari. Dio ci ha dato il S. Padre Benedetto XVI che con la sua parola dolce, buona, ferma e luminosa, ci insegna la Parola di Dio, il Santo Vangelo di Gesù Cristo e la Dottrina cristiana. Io parlo a voi dodicimila fratelli, di ascoltare il S. Padre, Vicario di Gesù Cristo che ha a cuore la nostra salvezza eterna. Vi raccomando di pregare per Lui ogni giorno, specialmente quando diciamo le preghiere della sera. Un'Ave Maria alla Madonna solo per Lui. (La lettera di Febbraio-Marzo è stata trascritta dal 6-12-2005).

E Gesù risorto ci benedica: Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

 

Buona Pasqua cari fratelli! Un bacio ai bambini che soffrono. 

In Gesù Sorella Teresa

torna in alto   

a

Maggio 2006

Viva + Gesù

 

Cari fratelli,

                     la pace e l'Amore di Gesù, siano con noi. Gesù, cosa devo dire ai fratelli per questo mese? ...<<Parla loro del mio Amore>>. Gesù è l'Uomo-Dio e Dio è Carità.

Se noi, vogliamo vivere uniti a Dio, cioè uniti alla Carità divina, saremo felici, pur nella sofferenza.

Amare Dio e lasciarsi da Lui amare. La Carità è il vincolo che ci unisce con Dio e ci mantiene strettamente uniti con Lui. La vera felicità si trova in questa unione. <<O Signore, creasti il mio cuore per Te, e lui non sarà mai sazio se non si riposerà in Te>>. Così diceva Sant'Agostino che con tanto affanno cercava nelle cose, nelle persone, la sua soddisfazione, senza mai trovarla. Tutto ciò che gustava, gli lasciava l'amarezza di non saziarsi mai.

Cari fratelli, Gesù ci insegna la strada della felicità. L'Amore divino, si cerca solo in Dio. Amiamo Dio, togliamo da noi qualsiasi altro amore: ricchezze, soddisfazioni, persone che contano, onori, proprietà, sentirsi qualcuno, tutto e tutti, e godremo l'Amore di Dio. Quando noi, avremo raggiunto il nostro posto nell'Amore di Dio, capiremo il vero Amore da dare ai fratelli che ci vivono accanto e, saremo per loro, la via che conduce all'Amore di Dio.

Guardiamo Gesù crocifisso, e lasciamoci compenetrare! Gesù, che muore per noi è l'Amore. Ogni S. Messa, è la Passione e morte di Gesù Cristo, che in modo incruento, rinnova il venerdì santo del Golgota, per amore nostro.

La S. Comunione della S. Messa ci fa Uno, ci fa il Corpo Mistico di Cristo. Siamo l'Amore divino, e portiamo a tutti, questo Amore. Tutta l'umanità, cerca senza accorgersi questo divino amore, ed è mendicante di amore.

L'Amore divino in noi, si nutre di sacrifici e di sofferenze.

Beati noi, se passiamo in questo mondo, senza attaccarci a nulla, ma ogni sera, nell'esame di coscienza, nella nostra verifica ci troviamo faccia a faccia con Dio, che ci dice: <<sono contento di te>>. La notte viene nella gioia di aver fatto contento Dio. Questo è l'augurio che faccio a tutti voi cari fratelli.

In Gesù Sorella Teresa

torna in alto   

a

Giugno 2006

Viva + Gesù

 

Cari fratelli,

                     la gioia e la pace di Gesù, siano sempre con noi. Gesù, cosa vuoi che dica ai fratelli?

"Dirai che vi amo... Perché vi amo, devo usare le maniere forti... Si avvicina il giorno della grande tribolazione. Tenetevi pronti, voi che mi ascoltate, perché sarete anche voi coinvolti dalla tribolazione.

La superbia ha raggiunto vette altissime. Si è messa al mio posto.

L'avarizia fa morire di fame molti fratelli.

La lussuria non ha più confini. I bambini sono coinvolti e rovinati. Il loro pianto è giunto alle mie orecchie. Il mio corpo, flagellato a sangue, non basta a fermare questo diabolico vizio.

L'ira, come volto di Satana, spira fuoco dagli occhi, dalla bocca dell'uomo che la pratica. Molti fratelli, si uccidono nel furore dell'ira. Molti si feriscono.

La gola, è un vizio che accontenta in tutto, colui che la pratica. Poi, sta male, ma lui vuole mantenersi questo vizio. Anticipa la sua morte.

L'invidia, è un vizio dilagante più che mai. Per l'invidia uno può uccidere, può fare del male, può rubare, può rendere la vita del fratello insopportabile, può augurare del male, ecc.

L'accidia, rende l'uomo pigro nelle cose di Dio, fino a distoglierlo da Dio è buttarlo in braccio a Satana.

Almeno tu, abbi compassione di me."

In Gesù Sorella Teresa

Clicca qui per ascoltare Sorella Teresa che legge e commenta la lettera (7' 46'' - 2,22 MB).

torna in alto   

a

Luglio 2006

Viva + Gesù

Cari fratelli,
                     la gioia e la pace di Gesù, sia con tutti noi.
Il nostro movimento “Missionari del Perdono e della Riconciliazione” che viene dal carisma dato da Dio alla Fondatrice, madre Teresa Sbarbaro, in circostanze e modi determinati, è una concreta realtà ecclesiale a partecipazione in prevalenza laicale ed è un itinerario di fede e di testimonianza cristiana.
L’originalità del carisma, costituisce un sostegno potente, un richiamo suggestivo e convincente a vivere pienamente con intelligenza e creatività, l’esperienza cristiana. Sta proprio in questo il presupposto per trovare risposte adeguate alle sfide e alle urgenze dei tempi e delle circostanze storiche.
Gesù, un giorno disse: “Sono venuto a portare il fuoco sulla Terra; e come vorrei che fosse già acceso!” (Lc. 12,24). Cristo disse ancora: “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura” (Mc.16,15). Ecco, assicura il Signore: “Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt. 28,20). L’ area assegnata da Gesù è di andare fino agli estremi confini della terra (at. 1,8). L’area assegnata è il mondo. Servirete alla creazione dell’Unico Corpo di Cristo, dell’unico Popolo di Dio, dell’unica Chiesa di Cristo.
Quando sarete accettati dai Vescovi, (e i Vescovi se vorranno essere Pastori, non dovranno disperdervi) allora ringrazierete il Signore. Ma se ancora i Pastori non vi accetteranno, ricordatevi che siete cristiani e che lo Spirito Santo vi darà la forza, la luce, l’umiltà nel suo servizio. Ricordatevi che Dio ci ha detto di andare ad annunciare a tutto il mondo il messaggio cristiano.
Un giorno i Pastori, vi accetteranno.
 

In Gesù madre Teresa

Clicca qui per ascoltare Sorella Teresa che legge e commenta la lettera (3' 41'' - 1,26 MB).

torna in alto   

a

Agosto-Settembre  2006

Viva + Gesù

Cari fratelli,
                    la Pace di Gesù, sia sempre con noi.
S. Madre, cosa devo dire ai fratelli? “la Madonna mi dice di dirvi che c’è un male nella nostra società che noi non ci accorgiamo di averlo e, si chiama “ Odio”. L’odio, porta alle guerre. La guerra provoca la morte, ferite e mutilazioni, devastazioni, povertà e tante, tante lacrime.
L’odio porta ai rancori che tolgono la serenità e la pace. L’odio porta alle vendette che feriscono, e uccidono senza motivo, provocando tante lacrime e sofferenze. La Madonna, regina della Pace, vuole che noi vediamo l’odio per lottarlo in noi e nei nostri fratelli, con l’Amore che viene da Dio”.
Un’altra cosa la Madonna mi dice di dirvi: “Lasciate che la Vita entri nelle vostre famiglie e accoglietela a braccia aperte! Non fermate la vita dei sofferenti con l’eutanasia! Dio solo ,da la Vita e Dio solo, la toglie. Non macchiatevi di questi peccati perché il peccato si paga!”.
A settembre, domenica 24c.m. faremo la festa della Vita, con tutti gli sposi che hanno ricevuto i figli per l’intercessione di madre Teresa e, per le grazie che Dio nel Suo meraviglioso Amore le ha largito.
Venite tutti, grandi e piccoli a lodare e benedire il Signore della Vita, che ci ama di immenso amore.
 

In Gesù madre Teresa

Clicca qui per ascoltare Sorella Teresa che legge e commenta la lettera (4' 13'' - 1,45 MB).

torna in alto   

a

Ottobre  2006

Viva + Gesù

Cari fratelli,
                       la Pace di Gesù, sia sempre con noi.
Gesù, cosa devo scrivere ai fratelli? Desidero che tu scriva di consacrare se stessi e la propria famiglia, al Cuore immacolato di mia Madre. Gli dirai di usare per la consacrazione quella preghiera che tu scrivesti e che il Vescovo Rotunno ti ha indulgenziato.

Atto di consacrazione della famiglia

alla Madonna

O Maria Madre di Dio e Madre nostra, in questo momento solenne, io capo famiglia, rinnovo l'impegno di vivere e di educare i figli  a vivere, secondo le promesse del S. Battesimo.

Proteggi il mio matrimonio e la mia famiglia da ogni insidia del male.

Allontana da noi gli orrori del divorzio, dell'aborto e dell'eutanasia. Salva i nostri figli della droga e da ogni altro idolo.

Proteggili quando escono da casa e si allontanano per motivi di studio e di lavoro.

Ci abbandoniamo alle tue premure di Madre, accetta i nostri cuori, le nostre volontà per la vita eterna.

Amen.


 

In Gesù madre Teresa

Clicca qui per ascoltare Sorella Teresa che legge e commenta la lettera (3' 36'' - 1,24 MB).

torna in alto   

a

Novembre  2006

Viva + Gesù

Cari fratelli,
                       la speranza, l'amore, la gioia di Gesù, siano sempre con noi, specialmente nei momenti tenebrosi della nostra vita. Oggi, 15 settembre 2006, Gesù cosa devo dire ai fratelli per novembre?

«Il mondo è nella disperazione. Quelle lettere che ricevi:

«Sono una mamma disperata», cosa ti dicono?...

Quelle persone che uccidono, cosa ti dicono?...

Quei figli che non sopportano i loro genitori, cosa ti dicono?...

I politici che non dicono mai la verità, cosa nascondono?

Le guerre, cosa sono?

Il Santo Padre Benedetto XVI che parla a tutti, in modo perfetto e, che dagli islamici estremisti è interpretato in modo contrario alla loro religione, cosa ti dice?...»

Ho visto cose vergognose fatte alla Persona del S. Padre il Papa, da islamici disperati e terroristi. Loro devono chiedere scusa al S. Padre e a noi cristiani, perché bruciano il fantoccio indicante il S. Padre, hanno offeso Lui, e noi cristiani.

Fratelli cari, la disperazione ci porta alla morte.

La disperazione viene dall'ira, e l'ira si forma con la superbia, l'avarizia, la lussuria, l'invidia e l'accidia.

La superbia = orgoglio. l'avarizia = mai sazio. La lussuria = schifoso. L'invidia = morte. L'accidia = non pregare Dio.

Questi vizi, portano all'ira, portano alla disperazione.

Signore salvaci dall'ira!

In Gesù madre Teresa

 

Clicca qui per ascoltare Sorella Teresa che legge e commenta la lettera (3' 36'' - 1,03 MB).

torna in alto   

a

Dicembre  2006

Viva + Gesù

Cari fratelli di Fraternità e Consacrati Laici,
la Pace di Gesù, sia con voi. Voglio parlarvi della Missione della S. Chiesa.
La Missione sta in questo: "Ama Dio con tutto il cuore e con tutte le forze. Ama il prossimo, come ami te stesso".
Amare Dio, vuol dire conoscerlo e poi servirLo. Vuol dire cercare la Sua Parola per praticarla e per insegnarla a tutti. Vuol dire guardare il Crocifisso e meditare la Sua agonia e la Sua morte. Vuol dire morire al nostro io, per risorgere vittoriosi con Lui, Gesù, e camminare nella Luce della Risurrezione.
Amare il prossimo, vuol dire amare come Gesù amò. Vuol dire curare le ferite spirituali dei fratelli. Vuol dire farsi amici dei poveri, degli umili, dei piccoli. Vuol dire aiutare i peccatori incalliti a tornare a Dio. Tutto quello che sai di Dio e specialmente di Gesù e dello Spirito Santo, devi farlo sapere ai fratelli. Tu sai, che se ti unisci a Gesù in spirito e, Gli stai unita/o, Lui ti parlerà e, certamente capirai che Lui vuol amare e aiutare il prossimo con il tuo cuore, vuol accarezzare con le tue mani, vuol parlare con dolcezza con le tue parole. LasciamoLo fare e Lo faremo contento.
Andate in tutto il mondo a parlare di Dio Padre, di Gesù Cristo e dello Spirito Santo.
Divulgate il Messaggio Cristiano, il S. Vangelo e, amate, amate, amate con Maria, la Madre di Gesù.
Buon Natale!  

in Gesù, la vostra sorella Teresa

(dal mio diario 16-10-2006)

 

Clicca qui per ascoltare Sorella Teresa che legge e commenta la lettera (4' 55'' - 1,41 MB).

torna in alto