Homepage

Chi Siamo

Attività

Testimonianze

"Santuario Nascosto"

Eventi

Pubblicazioni

Contatti

 
 

L e t t e r e    A i    F r a t e l l i

2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014  2015   2016   2017   2018   2019   2020   2021

 Gennaio-Febbraio   Marzo-Aprile  Maggio-Giugno
 Luglio-Agosto  Settembre-Ottobre  Novembre-Dicembre

 

Gennaio-Febbraio 2014

Viva + Gesù

Cari fratelli,
la gioia e la pace di Gesù siano sempre con noi!
Siamo sotto il flagello di Dio. Torniamo all'umiltà! Siamo dei piccolissimi molluschi sotto la potente mano di Dio. Vogliamo vivere come ci chiede nostro Signore? Ogni giorno cerchiamo di vivere come come farebbe Gesù se fosse al nostro posto. La vita è un grande dono di Dio. Dobbiamo viverla il più bene possibile. Amiamoci cari fratelli! Se ci amiamo sarà bello vivere. A nessuno mancherà il necessario. Ci uniremo nei sacrifici di ogni giorno. Ci perdoneremo se ci saremo offesi. Ci aiuteremo nella carestia e nei momenti dolorosi. Sarà allora,un vivere nella gioia pur nel dolore.
Un giorno di tanti anni fa il Signore mi chiese di fare una piccola famiglia e mi disse; “Se voi, mi amerete e amerete tutti coloro che incontrerete, non vi mancherà mai niente”.
É proprio stato così.
Iniziamo l'anno con l'Amore che ci viene dal Signore.
Se qualcuno desidera aiutare i suoi fratelli a perdonarsi e ad amarsi e ritiene che noi, possiamo avere dal Signore quelle grazie necessarie per donare a tutti l'Amore di Dio, fatemelo sapere che io vengo con Gesù stesso e Lui stesso vi arricchirà.
Buon anno, cari santi fratelli!
Sapete quanto vi voglio bene!

in Gesù, la vostra

sorella Teresa

torna in alto   
 

Marzo-Aprile 2014

Viva + Gesù

Cari fratelli, amati dal Signore,
la gioia, la pace, l'amore di Gesù, siano sempre con noi.
Come è bello vivere di Gesù! Provate anche voi! Perché volete vivere nel buio delle fitte tenebre, quando potete vivere nella Luce e nella Gioia di Gesù, di Dio? In questi tempi burrascosi: di crisi economiche; di nervosismo perché manca tutto; di sguardi sul mondo che sta andando in rovina; di mancanza di rispetto all'uomo, immagine di Dio; di trionfo del malcostume; di esaltazione della falsità a danno degli umili; di furto come modo di vivere; di ira al posto della pazienza; di tumori e malattie nuove che portano alla morte; di guerre; persecuzioni, maremoti, terremoti, vulcani che si svegliano; politici quasi tutti fannulloni;disastri di incidenti; di gente che si chiude nell'odio e nella vendetta..... non si potrebbe provare a lasciar tutto, e metterci in preghiera davanti a nostro Signore?... Provate dunque!...
Anch'io nel momento del buio cerco subito la Luce, cerco Gesù, e con Lui, si fa subito una grande Luce. Nella Luce di Dio, si capiscono tante cose che ci sembravano misteriose. Nella Luce, Gesù ci parla …. Stiamo in ascolto... Lui ci ama, ci ama cari fratelli. Lui ci nutre... Lui ci solleva dal male... Lui ci disseta, ci fa riposare, ci porta sulle spalle e ci prepara ad una nuova vita. Come è questa vita nuova?...
Questa nuova vita è vivere insieme a Lui. Al mattino ci si sveglia e subito, Gesù che ci aspetta, ci dà il suo bacio. Con Gesù, insieme a Gesù, si passerà la nostra giornata. Coloro che ci vivono accanto capiranno la presenza di Gesù in noi e anche loro si faranno più buoni.
Gesù è Colui che è morto sulla Croce per noi, al nostro posto. Gesù ci ama... Lasciamoci amare da Lui.
Vi saluto, e con Gesù vi voglio bene.

in Gesù, sorella Teresa

torna in alto   
 

Maggio-Giugno 2014

Viva + Gesù

Cari fratelli,
la gioia e la Pace di Gesù, siano con noi.
Oggi vi parlo del Direttorio, cioè come deve svolgersi la nostra giornata.
La piccola S. Regola dice:
Prega, ama, perdona.
1. Ogni giorno recitare: Le Lodi, S. Rosario, il Vespro.
2. Assistere ad una S. Messa durante la settimana.
3. Confessarsi ogni 7-15 giorni.
4. Essere generosi nel servizio di Dio verso i fratelli che soffrono.
5. Farsi amici dei poveri, dei malati, dei fratelli nella prova e nel dolore.
6. Prodigarsi perché tutti gli uomini, conoscano e lodino Dio.
7. Propagare le Parole di Gesù sul Perdono e la Riconciliazione.
8. Formare gruppi di persone che si riuniscono settimanalmente per pregare e per meditare la Parola di Dio, possibilmente insieme ad un Sacerdote.
9. Ogni mese, fare un Ritiro Spirituale.
10. Ogni anno, partecipare al Convegno.
11. Ogni anno, partecipare agli Esercizi Spirituali.
Cari fratelli, quando riceverete questo scritto cercate di vivere questi 11 punti di regola. Farete contento Gesù e voi stessi, e sarete veri discepoli del Signore. Quando vi unirete a pregare, mi farete sapere il giorno, in modo che noi lo scriveremo sul giornalino. Se venite al Convegno, fatemelo sapere in tempo. Il numero telefonico è sul retro del giornalino. Vi auguro ogni bene dal Signore Gesù, che ci ama di amore inestinguibile.

in Gesù, sorella Teresa

torna in alto   
 

Luglio-Agosto 2014

Viva + Gesù

Cari fratelli,
la gioia e la Pace di Gesù siano sempre con noi.
Oggi la S. Madre vuole parlarci. Ascoltiamola.
Voi che vivete accanto a me, voi che passate di qui, guardate se c'è un dolore simile al mio dolore! Mio figlio è maltrattato, è deriso, è ferito, è coronato di spine, è preso a calci e a pugni, è flagellato, è inchiodato alla Croce, è disprezzato e agonizzante, muore, poi con una lancia gli aprono il costato. Non basta questa sofferenza?
Ma anche nella SS. Eucaristia, si rinnovano queste sofferenze. Alcuni aprono la bocca per riceverlo e sono bestemmiatori, altri lo ricevono per venderlo ai massoni che lo spezzettano per distruggerlo, altri non si confessano e lo ricevono dopo di averlo maltrattato nel povero, nel malato, nel disoccupato, nell'anziano, nel ricco fedele, nello zingaro, ecc. ecc..
E Gesù dice: “ I Cristiani mi insultano, non vivono il loro Battesimo, sono più attenti a Satana che a me. Io li amo e loro amano il mio nemico che li trascina all'inferno.
Io ho dato la mia vita per loro, e loro si dimenticano di me.
Teresa, quando parli alle anime dirai loro quello che ti ho detto ora. Parla del Battesimo. Sono cristiani, dovrebbero vivere da cristiani. Perché obbligarmi a castigarli per la mia grande misericordia? Consolami almeno tu! Ho bisogno di anime amanti. Oggi, sento forte il peso dei peccati di tutti gli uomini, nella SS. Eucaristia. Ho bisogno di anime che siano mortificate e che siano sempre attente a me, al mio dolore, al mio amore. Amami!

in Gesù, sorella Teresa

torna in alto   
 

Settembre-Ottobre 2014

Viva + Gesù

Cari e amati fratelli, la gioia e la pace di Gesù, siano con sempre con noi.
Oggi Gesù vuole che vi parli di ciò che mi disse nella Casa di Soncino.
 

Vi farò missionari delle famiglie
Trascrivo: “Cerca nel tuo paese, nella tua città quelle famiglie che sono nel dolore della prova: nelle malattie, nelle disgrazie, nelle discordie, nelle sofferenze di ogni tipo e invitale a pregare a casa tua.
Quando saranno venuti, pregherete il S. Rosario meditato e mediterete un piccolo brano del S. Vangelo. Questo lo farete un giorno alla settimana.
Vi farete amici delle persone che verranno a pregare e andrete a trovare i loro ammalati, i loro sofferenti e bisognosi. Aiuterete queste persone a fare la pace e farete conoscere a tutti le mie Parole di Perdono e di Riconciliazione”.

 

La Croce
Trascrivo: “Amate la Croce. Portate la Croce. Baciate la Croce. Benedite la Croce. Sulla Croce appoggiai il capo insanguinato e dolorante. La croce, fu il letto della mia ultima agonia. Da quel letto pronunciai le mie ultime Parole. Dalla Croce, emisi l'ultimo respiro. Dalla Croce, vi lasciai mia Madre e Madre vostra. Dalla Croce, emisi lo Spirito. La Croce è stata santificata dal mio corpo agonizzante. La Croce è consacrata dal mio Sangue, che l'ha bagnata e inzuppata. La Croce mi fu sgabello ai piedi, durante l'ultima agonia, tra atroci spasimi. La Croce fu l'altare del mio Sacrificio, dove mi immolai per i vostri peccati. La Croce è l'arca di alleanza con Dio, per ogni uomo. Alla Croce è stato appeso il prezzo della vostra salvezza. La Croce è il punto d'incontro tra Dio e l'uomo Mentre morivo sulla Croce si ristabiliva l'alleanza con il Padre. Dalla Croce prendono efficacia i Sacramenti della Chiesa, mia Sposa, mio Mistico Corpo, mio Regno. Con la Croce consacro i Sacerdoti. Con la Croce do conforto e sollievo agli infermi. Con la Croce ho ricacciato nell'inferno il peccato, la morte eterna. La Croce è unguento salutare per i cuori piagati. La Croce è potente contro Satana e le sue tentazioni, inganni, astuzie e arti diaboliche. Con la Croce do speranza ai Cristiani fedeli, do sicurezza ai martiri, do forza e coraggio ai predicatori del mio Vangelo, rendo luminose le Vergini, do conforto alle vedove e agli orfani, do un rifugio sicuro a chiunque si trovi nella tribolazione. Ai giovani addito la Croce come regola di Vita. Quando ti deciderai a volermi incontrare, sappi che dovrai salire il Calvario. Arrivato colà cercherai la mia Croce, ti inginocchierai ai suoi piedi e mediterai la mia agonia. Ti incontrerai con Me e in Me, con Padre e lo Spirito Santo. Da quel momento conoscerai anche la S. Madre Addolorata che ti aiuterà ad essermi sempre fedele. In questo nostro incontro avrà inizio il mio Natale in te.

Il 17 gennaio 1982 Gesù mi disse: scrivi “oggi ti ho dato le stimmate del mio Corpo Mistico con Ministero di guarigione”.
 

L'acqua benedetta
Nei primi di febbraio venni chiamata da Gesù a scendere dalla mia camera perché doveva benedirmi l'acqua da dare da bere e da lavarsi ai malati. Arrivai in cappella e Gesù mi disse di prendere il barattolino dell'olio benedetto. Uscimmo e lui mi mise il suo dito nell'olio e benedisse il rubinetto sopra e sotto. Poi mi disse: “Quando ti chiederanno l'acqua benedetta, darai quella di questo rubinetto”. Quell'acqua non me la chiedeva nessuno. Venne maggio e una infermiera del policlinico di Milano con la tanica mi chiedeva l'acqua benedetta ed io la portai a quel rubinetto. Ora tutti la prendono, e coloro che la prendono con fede, ricevono grazie grandi.

 

…in questa Casa di Soncino, molte persone sono venute e vengono piene di sofferenze per loro e per i loro cari a chiedermi favori, ed io che sono sempre con Gesù, li aiuto a riceverli.
Quante persone ammalate!
Padri per i loro figli; genitori, per il cancro che dilaniava il loro bambino. Figli che dopo aver ricevuto il denaro facile, non rincasavano più. Chi, chiedeva un figlio; chi, un posto di lavoro; chi, la guarigione; chi, la liberazione da Satana; chi, riceveva minacce; chi, temeva l'eutanasia; chi, subiva il divorzio; chi, si drogava; chi, temeva di lavorare in banca dopo aver subito una rapina. Anche zingari e Sacerdoti venivano e vengono a piangere per le loro giuste o ingiuste sofferenze. Chi, era ricercato dalla giustizia umana. Chi, non si sentiva di perdonare. A tutti, con Gesù che vive in me davo il nutrimento e la medicina per guarirli e sollevarli. Qui Gesù ha parlato di perdono, di amore, di pace. Ha insegnato ad amare tutti, anche i nemici.

in Gesù, sorella Teresa

torna in alto   
 

Novembre-Dicembre 2014

Viva + Gesù

Cari fratelli, la gioia e la Pace di Gesù, siano con noi.

Il convegno sta dando i suoi frutti. E' necessario che ogni fratello ricordi che è Missionario del Perdono e della Riconciliazione. Ricordi di praticare il Nuovo Comandamento datoci da Gesù nell'ultima Cena, cioè “Amatevi gli uni, gli altri, come io ho amato voi”. Ricordi l'altra parola di Gesù: “Vi manderò il Consolatore che vi insegnerà ogni cosa”. E poi, che: chi conosce la SS. Trinità, conosce la Carità. E ancora, capire bene il Carisma della Fondatrice e praticarlo con grande amore. Gesù ci dice: “ Se praticherete la mia Parola, tutto quello che chiederete nel mio Nome al Padre, Lui ve lo concederà”.

  “Se mi amerete farete le cose che io faccio e ne farete di più grandi”. Ricordiamoci di stare uniti alla Vite e i tralci daranno frutto. Ricordiamoci di stare uniti alla fondatrice e tutti, daremo molto frutto e ne daremo in abbondanza. Vi raccomando la preghiera di Comunità cioè di gruppo. Pensiamo spesso che Gesù ci dica come un giorno agli Apostoli: “ Andate in tutto il mondo e predicate a tutti la mia Parola. Sappiate che io sono con voi, fino alla fine dei secoli”.

  L'area del nostro lavoro apostolico è tutto il mondo. Invochiamo lo Spirito Santo perché ci dia: luce, forza, salute, amore e usciamo a fare la Missione, cioè ad amare i nostri fratelli, amici e nemici.

Vi auguro un Natale ricco di grazie e di benedizioni.

Confessatevi e comunicatevi e sarete contenti di avere la gioia e la pace di Gesù.

in Gesù, la vostra sorella Teresa

torna in alto