Homepage

Chi Siamo

Attività

Testimonianze

"Santuario Nascosto"

Eventi

Pubblicazioni

Contatti

 
 

L e t t e r e    A i    F r a t e l l i

2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014  2015   2016   2017   2018   2019   2020   2021

 Gennaio-Febbraio  Marzo-Aprile  Maggio-Agosto  Settembre-Dicembre  

 

Gennaio-Febbraio 2020

Viva + Gesù

Cari Fratelli,
           la gioia la pace, l’Amore di Gesù, siano sempre con ciascuno di noi.

Gesù vuol vivere sempre sulla terra. Ma ora Gesù è morto ed è risorto e vive in cielo e nell’Ostia Consacrata.

Ora chiede ad ognuno di noi un grande favore. Quello di dargli la nostra umanità.

Se la vogliamo dare, Lui può entrare in noi con il suo Santo Spirito e, può vivere la sua Vita sulla Terra come la viveva dalla nascita ai trentatre anni. Come si vive bene essendo umanità nuove per Gesù, animati dal suo Santo Spirito.
Allora incominceremo a lasciar vivere il suo Spirito cercando di Vivere come Viveva Lui. Lui è Amore. Amiamoci dunque! Siamo umili, poveri, buoni con le persone moleste, perdoniamo a chi ci offende con offese tremende, vestiamoci da poveri, amiamo gli zingari, amiamo chi è solo, abbandonato, disprezzato, amiamo i peccatori; quando sei invitato mettiti all’ultimo posto, se sei umiliato non offenderti, se trovi un servizio da compiere fallo e ti troverai contento, se vieni comandato, ubbidisci, se guadagni un buon stipendio, cerca qualcuno che non ha il lavoro e dividilo con lui. Ricordati che in tutte le persone c’è Gesù, che ha bisogno di affetto di amore. Incominciamo a vivere con il Bambino Gesù, da poco nati con Lui. Allora saremo umili perché bisognosi di tutto e di tutti. Bisognosi di distribuire Amore, a quelli che ci circondano.    

Ricordiamoci che non siamo più noi a vivere, ma è Gesù che vive in noi mediante il Suo Santo Spirito.

Siamo umanità nuove, per Gesù..

                                                   In Gesù, sorella Teresa
 

torna in alto   
 

Marzo-Aprile 2020

Viva + Gesù

Amatissimi santi fratelli,

il sorriso di Gesù Bambino ed il gaudio della Santa Madre ci allietano di letizia cristiana.

Abbiamo iniziato la Quaresima, tempo di penitenza e di unione intima con Gesù. Io so che in molte famiglie dei nostri fratelli c’è la prova della sofferenza.

I mali, si allargano e si moltiplicano: la disoccupazione, il cancro, l’AIDS, le depressioni, gli aborti, i divorzi, le vendette, le paure, le violenze, la disperazione, la droga, il sesso, la bestemmia, i morbi che causano infermità, epilessia, malavita in genere, malattie in genere, spiritismo, possessioni diaboliche, ignoranza in fatto di dottrina cristiana e di Santo Vangelo, ecc, ecc.

Il Corpo Mistico di Cristo, è piagato e sofferente.

Abbiamo bisogno di Dio! Fratelli, abbiamo bisogno di Dio! Dio, solo Dio, può salvarci! Ricorriamo a Lui, sempre. Non aspettiamo la sofferenza, per poter poi, chiedere a Dio la liberazione! Andiamo ogni giorno a Lui con la S. Messa e S. Comunione per rendergli Grazie! Troviamo il tempo di pregare il S. Rosario, prima di essere visitati dalla sofferenza! Meditiamo la Via Crucis ogni giorno e, ne otterremo grande giovamento, per il tempo della prova. Andiamo in cerca dei nemici per umiliarci e per fare la pace! Purifichiamoci ogni volta che pecchiamo, nel Sangue Preziosissimo del nostro Dio Salvatore, con la Santa Confessione preceduta dal dolore di aver offeso Dio, che veramente ci ama di amore infinito.

Fratelli, Dio ci ama! Dio è il Creatore. Dio è il Signore. Dio è Misericordioso. Dio è Salvatore. Dio è Onnipotente. Dio è Eterno. Dio è Immenso. Dio è Onnisciente. Dio è Verità. Dio è Vita Eterna.

Dio è Pace. Dio è Santità. Dio è Cibo. Dio perdona. Dio è Sapienza infinita. Dio è Giustizia infinita. Dio è Perfettissimo cioè senza difetti e senza limiti.

Fratelli, aggrappiamoci a Dio! Fratelli, andiamo al Signore, con umiltà, con fede e con il cuore mondo. Inginocchiamoci davanti al Signore che ci ha creati! Ascoltiamo oggi, la sua Voce!

Preghiamo, cari fratelli:

“Signore, soccorri i tuoi figli, che hai redento col tuo sangue prezioso. Salva il tuo popolo, Signore, e benedici ancora i tuoi figlioli peccatori. Pietà di noi Signore, pietà di noi! Tu, sei la nostra unica speranza, non saremo confusi in eterno. amen”.

Anch’io vi voglio bene, fratelli! Per voi, prego. Con voi soffro e gioisco. Piango quando voi piangete. Coraggio fratelli!

                                                   In Gesù, sorella Teresa
 

torna in alto   
 

Maggio-Agosto 2020

Viva + Gesù

Cari fratelli,
           la gioia e la Pace di Gesù, siano con tutti noi.

Oggi vi parlo di ciò che mi è capitato a Madonna della Pace – Roma – il 12 maggio 1994. Era mattino, mi sveglio alle ore 6.00 ma prima della sveglia mi trovavo fuori in giardino alla pianta di pero e lì, sopra una sedia c’era una bambina di circa 5 anni che mi parlava all’orecchio sinistro, e mi diceva: “ Ma alla fine della giornata verrà la Regina di tutti i Santi”. Mentre mi parlava questa bambina vedevo una moltitudine di persone vestite dei loro abiti di Monache e Monaci, Suore e Frati di ogni tipo, silenziosi e oranti.
Queste persone erano rivolte tutte verso Subiaco. Non c’erano le colline, ma c’era una moltitudine di queste persone di cui non si vedeva la fine. L’anno dopo, il 24 gen. 1995 la madonna che tenevo in casa si mise a piangere e dopo qualche giorno stavo portandola a Soncino. Quando arrivammo ad un distributore per fare la benzina, cerchiamo di ripartire ma la macchina non va più avanti. Allora provammo a tornare indietro e la macchina si mise in moto. Abbiamo telefonato a don Giacometti, mio Direttore Spirituale di Milano, il quale ci disse che la Madonna dovevamo riportarla dove aveva pianto. Così siamo tornate e Lei l’abbiamo messa dove aveva pianto. Ci disse di portare i lini bagnati dalle sue lacrime al Gemelli di Roma, così abbiamo fatto. Poi ci disse di dirlo al nostro Vescovo Mons. Andreotti il quale ci rispose di non dirlo a nessuno, di chiudere porte e finestre. Ma noi l’avevamo già detto ad alcuni nostri amici la sera prima. Ma il Vescovo non è venuto a vederla. Ora che siamo immersi in questo flagello del “ Corona virus” vedendo sempre dinanzi agli occhi quella moltitudine di Consacrati, nelle mie unioni a Gesù ho domandato a lui cosa significasse e perché c’erano tutte quelle persone. Disse: “ La mia S. Madre mi ha chiesto di mandarli sulla terra a chiedere pietà e misericordia per voi al Padre perché siete peccatori e volete continuare a peccare”.
Per questo cari fratelli vi esorto a pregare il S. Rosario intercalato dalla Preghiera che mi ha dato Gesù il 18 apr.1985:
“Padre Santo Dio, per la passione, agonia e morte di Gesù, tuo dilettissimo figlio Dio e Signore nostro, pietà, pietà. “Padre Santo Dio, per il preziosissimo sangue sparso da Gesù, tuo dilettissimo figlio Dio e Signore nostro pietà, pietà.
“Padre Santo Dio, per la condivisione della Vergine Madre alla passione, agonia e morte di Gesù, tuo dilettissimo figlio Dio e Signore nostro, pietà, pietà.
Ancora vi dico di iniziare la novena alla Madonna, Regina di tutti i Santi chiedendo pietà e misericordia per noi e per tutti. Vi raccomando di pregare e di offrire qualche sacrificio per ottenere misericordia e pietà. Anche qualche digiuno. Ho chiesto a Gesù la grazia di tenerci lontani questo corona virus in
modo da farvi apostoli e servi di Gesù in quest’ora del mondo.
Con Gesù vi benedico e vi dico di osservare ciò che ci dicono di fare.
Ora in ginocchio, questa è la mia benedizione:
“O Spirito di Dio scendi su queste famiglie, liberale tutte da ogni insidia di male, da ogni arte diabolica, dal pensiero e azioni di persone malvagie, dall’invidia, gelosia, rancori, vendette, odio, disgrazie, pericoli, discordie e malattie – dal corona virus – ecc.
Cellule malate che provocate queste paure nel Nome Santo di Gesù rinvigoritevi, risanatevi, normalizzatevi.
Spirito Santo tu che sei Signore e dai la vita concedi la grazia di una vita nuova e, donaci: l’aumento di fede, di dolore di aver peccato,
lo Spirito di Preghiera, la conversione del cuore, il Perdono ai nemici e la Misericordia del Padre con la grazia del suo Perdono.
Nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo.

                                                   In Gesù, sorella Teresa

Questo è il testo dell’audio messaggio che sorella Teresa ha inviato durante l’emergenza sanitaria covid-19, per sostenere spiritualmente i fratelli della Missione.
Lo potete trovare sul nostro sito web: http://www.sorellateresasbarbaro.org

torna in alto   
 

Settembre-Dicembre 2020

Carissimi, vi ripropongo da meditare, la lettera che vi ho mandato ad ottobre del 1988 a pag.179 del libro Lettere ai Fratelli per la riconciliazione. 

Cari Santi fratelli,
                 la pace di Gesù sia con noi.

     Chi sono i demoni? Sono angeli ribellatesi a Dio per superbia e da Lui precipitati nell’inferno, i quali per odio contro Dio, tentano l’uomo al male.

     Trascrivo dall’allocuzione del Papa Paolo VI durante l’udienza generale del 19 novembre 1972:  

 “Ho la sensazione che da qualche fessura sia entrato il fumo di Satana nel Tempio di Dio”. Ancora disse: “ Il male che è nel mondo è occasione ed effetto di un intervento in noi e nelle nostre società di un agente oscuro e nemico, il Demonio. Il Male non è solo una deficienza, ma un essere vivo, spirituale, pervertito e pervertitore. Terribile realtà. Misteriosa e paurosa. Esce dal quadro biblico ed ecclesiastico chi si rifiuta  di riconoscerla esistente”. Proseguì: “Il Demonio è il nemico numero uno, è il tentatore per eccellenza. Sappiamo così che questo essere oscuro e conturbante esiste davvero e agisce ancora, è l’insidiatore sofistico dell’equilibrio morale dell’uomo, il perfido incantatore che in noi sa insinuarsi ( per la via dei sensi, della fantasia, della concupiscenza, della logica utopistica o dei disordinati contatti sociali) per introdurvi deviazioni…” 

    Tolgo da “Rapporto sulla Fede” alcune affermazioni del celebre Teologo Cardinale Ratzinger: 

 “Checché ne dicano certi teologi superficiali, il Diavolo è, per la fede cristiana, una presenza misteriosa ma reale, personale, non simbolica.

È una realtà potente ( “ Il Principe di questo mondo”; come lo chiama il Nuovo Testamento, che più e più volte ne ricorda l’esistenza), una malefica libertà sovraumana opposta a quella di Dio. L’uomo da solo non ha la forza di opporsi a Satana; ma questo non è un altro dio, uniti a Gesù abbiamo la certezza di vincerlo.

    È Cristo il “ Dio vicino” che ha forza e volontà di liberarci: per questo il Vangelo è davvero “ buona notizia”. 

   Stiamo uniti a Dio mediante i Santi Sacramenti. La Santa Messa ogni giorno, ci unisca sempre più a Dio per mezzo di Gesù Cristo e ci rinforzi nella pace e nell’amore tra di noi. Il Santo Rosario in famiglia ci ottenga la benedizione della Santa Mamma e la protezione da Satana. Gesù Eucaristia ci libera da Satana. Siamo Cristiani, torniamo a Gesù, preghiamo la S. Madre, e Satana verrà sconfitto.

                                                   In Gesù, sorella Teresa
 

torna in alto